PlayStation VR su MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Tumble VR
copertina

Recensione - Tumble VR

Cosa c'è di meglio con un puzzle game basato sulla fisica, che poterlo usare nella realtà virtuale? Questo è proprio lo scenario che ci propone Tumble VR, permettendoci di manipolare e impilare blocchi di tutti i tipi. Scopriamo se sia il gioco da avere per i possessori del visore Sony.

Il Gioco

Uscito in contemporanea al PS Move di PS3, Tumble ci metteva di fronte ad una serie di puzzle fisici nei quali tramite il controller di movimento dovevamo impilare, incastrare e sistemare in vari modi numerosi blocchi di forme e materiali diversi. L'idea aveva senso, ma muovere il controller nell'aria mentre ne seguivamo i movimenti sulla TV per capire come spostarlo non era ottimale: sarebbe stato molto meglio se i pezzi da spostare fossero stati lì, davanti a noi, come in una sorta di ologramma. C'è voluto un po', ma finalmente la tecnologia ha permesso al titolo di Supermassive Games (gli stessi di Until Dawn) di raggiungere il suo potenziale: Tumble VR sfrutta infatti il visore PlayStation VR per rendere realisticissima l'esperienza, permettendoci di manipolare i blocchi come se ce li avessimo davanti.


Ma di cosa si tratta per l'esattezza? Tumble VR ci mette di fronte ad una serie di enigmi di complessità crescente, divisi in varie tipologie: quello più semplice (per struttura, ma non sempre per esecuzione) è l'"impilamento", che ci chiede di usare tutti i blocchi disposti su un tavolo davanti a noi per posizionarli l'uno sopra l'altro fino a raggiungere un'altezza minima o, se vogliamo ottenere una valutazione finale maggiore (oro o argento anziché bronzo), possiamo cercare di raggiungere altezze ancora maggiori. Se all'inizio questo sembra semplice perché ci vengono forniti blocchi di legno cubici, le cose si fanno più complesse con l'avanzare dei livelli quando la base sulla quale poggiare i primi blocchi è inclinata, oppure quando su questa si muove una barra metallica fluttuante che fa avanti e indietro costringendoci a trovare un modo per elevare la nostra torre senza che venga abbattuta dalla barra. E come se non bastasse, dai cubi si passa ben presto a parallelepipedi, piramidi, solidi irregolari e materiali tra i più diversi, da quelli leggeri a quelli pesantissimi che, se posizionati senza averci riflettuto troppo, rischiano di far crollare tutta la torre.


MP Video - Tumble VR

La raccolta ed il posizionamento dei blocchi avviene nella maniera più naturale possibile: li raccogliamo dal tavolo col Move (ma è possibile utilizzare nello stesso modo anche il DualShock 4, grazie al suo sensore di movimento), dopo di che possiamo ruotarli con piccoli scatti orizzontali o verticali del polso per poi posizionarli esattamente dove vogliamo sulla torre che appare davanti a noi. Tutti i pezzi sono dotato di un loro peso ed il loro comportamento è governato da una simulazione fisica realistica, quindi man mano che iniziamo ad impilarli il loro comportamento è lo stesso che avremmo accatastando dei blocchi nella realtà, diventando sempre più instabili e suscettibili ad errori man mano che aumenta l'altezza della costruzione.


Altri tipi di enigmi che ci vengono proposti sono poi quelli che ci chiedono di posizionare tutti i blocchi a nostra disposizione su una base evitando anche in questo caso che vengano spinti fuori da una barra mobile superiore, cosa che ci costringe ad un complicato gioco di incastri per sfruttare il più possibile lo spazio a disposizione, quelli in cui dobbiamo posizionare blocchi di vetro colorato e specchietti su un pannello per far compiere un certo percorso ad un raggio laser, e quelli in cui dobbiamo posizionare strategicamente delle mine su una struttura di blocchi preassemblata, per cercare di demolirla facendo cadere i pezzi il più lontano possibile.


Mentre passiamo da un livello all'altro, un simpatico robottino fluttua intorno a noi facendo varie battute (in italiano) come se facessimo parte di un esperimento: questo aggiunge un pizzico di comicità alla Portal al gioco. Sono presenti anche classifiche online nelle quali comparare i nostri risultati con i migliori tumblers del mondo.


Amore

Tutta la fisicità della VR

- Anche se è l'adattamento di un gioco per PS3, Tumble VR sembra nato per la VR. Poter esaminare la scena "di persona" e muovere i pezzi come se fossero proprio nelle nostre mani rende gli enigmi del gioco molto più naturali e immediati, anche se questo non significa che siano più facili, anzi!


Enigmi

- Il titolo di Supermassive Games ci offre oltre 70 enigmi che possono diventare anche molto complessi ma mai impossibili: ragionando con calma su ogni situazione si riesce sempre a trovare il modo di spuntarla, anche se questo può significare a volte dover ricominciare tutto da capo, fosse solo perché una mossa sbagliata fa franare tutta o parte della nostra costruzione!


Un ottimo prezzo

- A 9,99 Euro Tumble VR offre un eccellente rapporto qualità/prezzo: il livello di contenuti, soddisfazione e qualità grafica è spesso superiore a quello che si ha con titoli PS VR da 20 o 40 Euro, quindi è un piacere vedere un titolo VR essere finalmente proposto al giusto prezzo.


Odio

Qualche problema coi controlli

- Anche se l'interazione con Tumble VR risulta essere molto naturale e intuitiva, c'è comunque qualche problemino che può crearci dei grattacapi, il tutto riconducibile alla relativa imprecisione del rilevamento di movimento di Move e DS4. L'azione di rotazione di un blocco che abbiamo afferrato, ad esempio, non sempre avviene come vorremmo e si finisce per agitare il controller impazientemente finché il pezzo non ha raggiunto la posizione desiderata, inoltre quando poniamo i pezzi uno sopra l'altro c'è sempre un minimo di imprecisione dovuta al fatto che questi hanno un leggero tremolio quando impugnati col controller. Infine alcune azioni che faremmo nella realtà, e che qui ci sembrano scontate per via del realismo del titolo, non funzionano creando qualche problema: una su tutte, se afferriamo un pezzo già posizionato che ha altri pezzi sopra di sé, questo diventa intangibile facendo cadere tutti gli altri, mentre ci si aspetterebbe che mantenga la sua solidità e gli altri blocchi reagiscano dinamicamente al modo in cui lo spostiamo. Si tratta in generale di piccoli problemi, ma bisogna tenerli sempre presenti per evitare di fare errori.


Tiriamo le somme

Tumble VR è non solo un ottimo puzzle game dotato di meccaniche chiare e allo stesso tempo impegnative, ma anche un eccellente titolo per PlayStation VR: la grafica nitidissima, i molti contenuti ed il prezzo ridotto lo rendono un acquisto obbligato per tutti i possessori del visore, a meno che non abbiate una qualche repulsione per i titoli più cervellotici come questo.
8.0

c Commenti


L'autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, inizia nel 2002 un'avventura da insider nel mondo dei videogiochi partendo con la concorrenza ma maturando sempre più interesse per il mondo Playstation. Nel 2013 decide finalmente di aprire MondoPlay, con l'obiettivo di farlo diventare il sito di riferimento per tutti gli amanti italiani della console Sony.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus